Google+

lunedì 23 ottobre 2017

Donna Sofì e la Lollò



Donna Sofì vi vogliono al telefono.
Nata vota? T’aggiu ditte che quando in tivvu c’è Barbarella D’Urso, tu nun me devi disturbà, chilla è una tragediatora nata, la guagliona ha capite tutte, è nu genio travestite e zoccola!
Donna Sofì è Gina, la Lollò.

giovedì 19 ottobre 2017

Grandi artisti bagheresi: Jackson Pollock


Iddu era curiusieddu, per essere bravo era bravo, ma tu non gli potevi dire mi faccia un altro colore, perché u pigghiavanu i riavuli. Il padre era contadino, ma lui di zappare non ne voleva sapere, allora il padre vedendo che stu figghio era ri carattari strano lo indirizzò alla pittura delle case.

lunedì 16 ottobre 2017

Il prosciutto di Sofia Loren



Filomè tengo fame, tengo nu languorino, preparami un sanduicci, nu sfilatino cu prosciutte, va!
Donna Sofì, non ne tenimme più.
Ma che stai a dì? Tutto quel ben di Dio di Parmacotte è già finite?

giovedì 12 ottobre 2017

I succi di Paliemmu (da Rusulè di purci e di surci)


Trasinu rintra e si manciano a pasta ru to piatto
Ti lassanu riunu.
Chisti un sunnu succi ca si fannu i fatti sua.
Chisti sunnu succi ca ti lievano a vita.
N’anticchia sta jurnata e n’anticchia rumani.
Sunnu allafannati.
Hanno  panze senza funnu.
Manciano senza arrisiettu.

'mPaliemmu i succi c’hannu sempre statu, ma no cu ceitti scagghiuna.
Chisti chi scagghiuna sviluppati si sono foimmati ora.
Succi ca nun hannu cchiù i scuali vasci, sunnu succi cu titolo.
A scuola si insignano comu hannu a futtiri i cristiani.
E si specializzano, ricinu iddi.
Ci su chiddri ca nni capisciunu assai ri banchi, ri liggi. 
Sanno a gazzetta ufficiali a memoria.

da Collettivo AAS x S. Rosalia